Home Agenda Verso il 2° Congresso Nazionale CulTurMedia: il calendario dei congressi regionali

Verso il 2° Congresso Nazionale CulTurMedia: il calendario dei congressi regionali

 
Si è aperta la stagione congressuale che porterà CulTurMedia a rinnovare il proprio mandato con l’Assemblea del 22 febbraio 2023 che si svolgerà alla Sapienza Università di Roma, Edificio Marco Polo – Viale dello Scalo S. Lorenzo, 82.
 
Nel frattempo, le rappresentanze regionali stanno definendo il proprio calendario dei congressi. Il Lazio lo ha già celebrato lo scorso 15 novembre e da qui a fine anno Lombardia (6 dicembre), Liguria (7 dicembre), Emilia Romagna (13 dicembre), Marche (2 dicembre), Abruzzo (16 dicembre), Veneto (14 dicembre) e Sicilia (21 dicembre) hanno programmato le proprie iniziative. Con l’anno nuovo il calendario si completerà con le restanti regioni: Trentino Alto Adige (11 gennaio), Sardegna (16 gennaio), Molise (17 gennaio), Piemonte (19 gennaio), Campania (25 gennaio), Puglia (30 gennaio), Calabria (data da definire), Basilicata (4 febbraio), Toscana (10 febbraio), Umbria (13 febbraio).
 
Accanto alla fotografia delle articolate e varie filiere cooperative della cultura, creatività e turismo, che vanno dall’editoria e informazione, al patrimonio culturale, allo spettacolo dal vivo e audiovisivo e ai servizi turistici, gravemente colpite dalla crisi Covid, CulTurMedia si propone come interlocutore per le Istituzioni pubbliche del Paese, ai vari livelli, per i temi di cura e rigenerazione di città e territori, anche nelle aree più fragili, con progetti e modelli di approccio cooperativo che uniscono innovazione, sostenibilità e valorizzazione delle risorse culturali e naturali.  
 
Diffusi in tutto il Paese, anche nelle aree più fragili, sono progetti e iniziative, anche di partenariato pubblico-privato, come quelle sul riuso di beni culturali come hub culturali e creativi o quelli in corso sui Borghi e sui Parchi, anche in collaborazione con i settori dell’abitare e dell’agricoltura
 
Ma la cooperazione, in quanto impresa basata sul capitale umano, si distingue anche per il contributo alla tutela e dignità del lavoro culturale e creativo, afflitto spesso da precariato e assenza di sicurezza, con attenzione anche all’innovazione, al ricambio generazionale, all’acquisizione di nuove competenze multidisciplinari e di nuove attitudini di lavoro.
 
Sono questi i temi principali per disegnare un futuro nuovo di crescita collaborativa e sostenibile in cui gli asset della cultura e creatività potranno costituire, si auspica, un argine alle incertezze e alle gravi diseguaglianze del Paese. 
 
Le iniziative regionali saranno importanti per declinare i punti qualificanti che orienteranno il lavoro di CulTurMedia per il prossimo mandato e il collegamento tra livello nazionale, territori e cooperative rappresenta la trazione di una macchina sempre più capace di trasferire opportunità alle associate, conoscenze e formazione, costruzione di reti flessibili, rapporti con altri settori in funzione di una accelerata necessità di trasversalità dei progetti e delle attività delle imprese, modalità nuove di relazione con la Pubblica Amministrazione con lo strumento dei Partenariati Speciali pubblico/privato.
 
Saranno importanti anche per l’apertura a soggetti esterni con i quali stabilire connessioni e alleanze; dalle Istituzioni al mondo delle associazioni come Symbola, Legambiente e altri con i quali in questi anni si è stabilito un modo comune di affrontare i problemi e trovare le soluzioni.
Altro capitolo, ma comunque fortemente connesso a tutto il resto, riguarda le opportunità del PNRR in ambito culturale turistico e la programmazione comunitaria 21-27 che mette il fattore “cultura” come elemento trasversale a tutti e 5 i grandi obiettivi del settennio.
 
Questi tempi sono carichi di opportunità e di difficoltà allo stesso tempo; una forte organizzazione, flessibile e operativa nei territori, permette di affrontare la complessità di questi mesi con tutte le energie progettuali possibili. 
 
Questo ci si appresta a fare, forti di un primo mandato che, pur nella brevità dei 4 anni di durata, ha dovuto affrontare momenti e situazioni del tutto straordinari accumulando competenze, relazioni e metodo di lavoro che tornerà utile per progettare il futuro e il benessere delle cooperative associate a CulTurMedia.
 
I Congressi regionali CulTurMedia (in continuo aggiornamento…)
 
LAZIO | Roma, Città dell’Altra Economia | 15 novembre 2022
 
MARCHE | Ancona, Legacoop Marche | 2 dicembre 2022
 
LOMBARDIA | Milano, Teatro Munari | 6 dicembre 2022
 
LIGURIA | Genova, Galata Museo del Mare | 7 dicembre 2022
 
EMILIA ROMAGNA | Bologna, Fondazione Barberini | 13 dicembre 2022
 
VENETO | Piacenza, Centro culturale “Porto Burci” | 14 dicembre 2022
 
ABRUZZO | Capestrano (AQ), Castello Piccolomini | 16 dicembre 2022
 
SICILIA | Palermo, Cantieri Culturali della Zisa | 21 dicembre 2022
 
SARDEGNA | Paulilatino (OR), Museo etnografico Palazzo Atzori | 16 gennaio 2023
“CulTurMedia Sardegna, congresso regionale a Palazzo Atzori di Paulilatino”
 
MOLISE | Campobasso, Grand Hotel Rinascimento | 17 gennaio 2023
 
PIEMONTE | Torino, Legacoop Piemonte | 19 gennaio 2023
 
CAMPANIA | 25 gennaio 2023
 
CALABRIA | (data da definire)
 
PUGLIA | 30 gennaio 2023
 
BASILICATA | 4 febbraio 2023
 
TOSCANA | 10 febbraio 2023
 
UMBRIA | 13 febbraio 2023