Home Senza categoria Vedere, fare, esplorare: il Teatro Scuola della cooperativa Le Nuvole

Vedere, fare, esplorare: il Teatro Scuola della cooperativa Le Nuvole

Teatro-Scuola-Vedere-Fare_25.05_foto-di-Luigi-Maffettone

Il Teatro dei Piccoli, lo spazio artistico e teatrale dedicato alle nuove generazioni nella Mostra d’Oltremare a Napoli, ha ospitato dal 23 al 30 maggio 2016 la rassegna di spettacoli fatti dai ragazzi quale momento conclusivo dell’intenso progetto TEATRO SCUOLA VEDERE FARE ideato e realizzato dalla Cooperativa Le Nuvole e AGITA. Ogni giorno, tutti i giorni, sul palcoscenico 3 performance teatrali messe in scena da 24 classi di 6 istituti scolastici ovvero la Scuola Media Diano di Pozzuoli, il 54° CD Scherillo di Napoli, l’IC 72° Palasciano di Napoli, il 63° CD Andrea Doria di Napoli, l’IC 73 Ilioneo di Napoli e l’IC 8 Oriani – Diaz di Pozzuoli.

Protagonisti di questo laboratorio teatrale, iniziato a ottobre 2015 e svoltosi nell’arco dell’intero anno scolastico, 481 studenti che, insieme a 52 docenti, sono stati coinvolti e motivati in tutte le fasi di realizzazione dalla scrittura dei testi fino alla messa in scena nel suggestivo contesto del MAGGIO ALL’INFANZIA 2016 la programmazione di Fondazione SAT Spettacolo Arte Territorio, AGITA e Casa dello Spettatore (Roma) che riunisce incontri di formazione con i docenti, una rassegna di teatro fatto dai ragazzi, tavole rotonde e salotti teatrali.

Teatro-Scuola-Vedere-Fare_26.05_foto-di-Luigi-Maffettone_3

“Questa rassegna della scuola è la comunicazione finale del cammino fatto insieme da ottobre scorso fino ad oggi – riferisce Morena Pauro de Le Nuvole – La messa in scena degli spettacoli su un vero palcoscenico costituisce un momento prezioso, rappresenta un’occasione per ascoltare le parole e i pensieri dei nostri ragazzi e dei loro educatori. Ragazze e ragazzi che non solo raccontano e si raccontano ma vedono e ascoltano gli altri. In scena, volutamente, pochi altri elementi teatrali, il gruppo, la classe e il loro racconto sono stati i protagonisti assoluti a cui dedicare tutta la nostra attenzione e, dietro le quinte, i docenti, anime vere e generose del progetto teatro e della scuola”.

18 i titoli portati in scena che ci ricordano come è il mondo vissuto ogni giorno dai ragazzi. Dalla difficoltà di conoscere se stessi a partire dalla conoscenza dell’altro, al capire qual è il proprio posto nel gruppo, imparando a convivere con le diversità in classe fra i compagni, come in natura fra gli elementi. Giochi di voci e di movimenti del corpo che descrivono sogni di libertà, di costruzione di un mondo in cui – lavorando sulle emozioni – è possibile anche non avere paura, affrontare insieme ciò che fa più orrore e sentire la forza di stringersi in un abbraccio.

Vedere, fare, esplorare il teatro sono i punti cardine di questo percorso laboratoriale ideato e realizzato da Le NUVOLE e AGITA, in collaborazione con Casa dello Spettatore (Roma), e giunto quest’anno alla seconda edizione. I docenti e gli studenti, che rispondendo ad un bando all’inizio dell’anno scolastico sono stati ammessi al progetto, hanno strutturato la loro esperienza in due momenti – ugualmente significativi – quello del FARE, partecipando ad incontri di formazione fuori dalla sede scolastica e laboratori teatrali in aula a cura di formatori teatrali, e quello del VEDERE, assistendo al Teatro dei Piccoli a spettacoli teatrali di compagnie professioniste abbinati a incontri di didattica della visione.

Teatro-Scuola-Vedere-Fare_24.05_foto-di-Luigi-Maffettone_3

“TEATRO SCUOLA VEDERE FARE vuole essere un percorso di crescita sociale e culturale – aggiunge Salvatore Guadagnuolo di AGITA – che promuova strumenti interpretativi ed espressivi quanto più vicini alle nuove generazioni. Un’opportunità per innovare la didattica e consentire di leggere e raccontare la realtà con occhi nuovi. Chiaramente sono questi obiettivi che non è possibile raggiungere da soli ma coinvolgendo i diversi attori del territorio che si occupano di infanzia dai Dirigenti Scolastici, ai genitori, agli educatori ed operatori culturali”.

Foto di Luigi Maffettone

Fonte: Ufficio Stampa Cooperativa Le Nuvole