Home Tag "Vincenzo Vita"

“Editoria: dal governo un ascensore per il patibolo” di Vincenzo Vita

La federazione nazionale della stampa ha pubblicato la scorsa domenica inserzioni ad intera pagina su diversi quotidiani per denunciare la situazione intollerabile in cui si trova l’informazione italiana. A fronte di un’apparente calma nella rappresentazione che danno di sé le principali testate, assai simili ed omologate, sotto la superficie dei segni visibili c’è l’inferno. Non una delle richieste del sindacato è stata accolta dall’attuale esecutivo, al di là delle parole positive e dell’impegno del sottosegretario con delega Giuseppe Moles. La FNSI ha chiesto, infatti, risposte chiare sul precariato (ormai la forma di lavoro sottopagato dilagante), sull’applicazione della legge n.233 del […]

Legacoop Lombardia, Attilio Dadda eletto a Siviglia nel nuovo Board ICA

“Il salotto televisivo e le sue vittime mediatiche” di Vincenzo Vita

Mettiamola in bella copia. Nelle diverse trasmissioni televisive in cui sono invitate testate della carta stampata per discutere e analizzare, c’è un clamoroso limite dialettico. Taluni giornali sono sempre in video, con una reiterazione seriale. Altri no. Spicca per la pervicace emarginazione proprio il manifesto. E non solo, ovviamente. Tuttavia, lo storico foglio della sinistra rappresenta qualcosa di più di un quotidiano, essendo protagonista di una storia lunga (quest’anno sono 50) e impegnata sia nella politica italiana sia nell’editoria. Senza nulla togliere ad altre insistite presenze nei talk o negli svariati commentari, risalta a occhio nudo un’ingiustizia davvero ingiustificata. Ma […]

Legacoop Lombardia, Attilio Dadda eletto a Siviglia nel nuovo Board ICA

“La par condicio è entrata di diritto tra i morti viventi” di Vincenzo Vita

Sono state pubblicate lo scorso 22 (quattro giorni dopo) dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni le tabelle inerenti alle presenze politiche in televisione dal 5 al 18 settembre. Il trend (brutto) dei dati è consolidato, a partire dall’inquietante rapporto nel tempo di parola tra donne e uomini. 14% a 86% nei tg e 22% a 78% negli spazi extra. Già simile proporzione talebana meriterebbe una specifica condanna con riequilibrio adeguato. Soprattutto, però, è urgente mettere la testa sull’impianto complessivo dei media, dove la rivoluzione femminista non ha avuto né ascolto né  cittadinanza, sia sul piano dei minuti sia su quello dell’approccio culturale e dei linguaggi. Per […]

Legacoop Lombardia, Attilio Dadda eletto a Siviglia nel nuovo Board ICA

“Par condicio, non pervenuta” di Vincenzo Vita

Il sito dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha pubblicato i dati sulle presenze politico-istituzionali in televisione nel periodo 5-11 settembre. Siamo nel periodo di applicazione stretta della legge del 2000 sulla par condicio. Se n’è parlato nella rubrica dello scorso 15 settembre. Ma repetita iuvant? Probabilmente poco, a ben vedere. Infatti, risalta innanzitutto la tempistica della diffusione del monitoraggio. Possiamo scrivere solo su tabelle un po’ stagionate, con effetti negativi  sulla praticabilità di eventuali ricorsi. Il rischio per gli interessati è di arrivare tardi, quando ormai ogni riequilibrio è di fatto precluso. Un corretto monitoraggio dovrebbe essere frequente e […]

Legacoop Lombardia, Attilio Dadda eletto a Siviglia nel nuovo Board ICA

“Informazione televisiva: maschilista, leghista, classista” di Vincenzo Vita

Sono state pubblicate sul sito dell’autorità per le garanzie nelle comunicazioni le  tabelle sui tempi di parola e di notizia dei soggetti politici ed istituzionali dal 19 agosto al 4 settembre 2021. Vale a dire il primo atto della par condicio, che inizia dall’indizione dei cosiddetti comizi elettorali e si conclude all’atto del deposito di simboli e candidature. Com’è andata? Una prima considerazione sovrasta quelle successive, perché è come una metafora del sistema mediatico. Si tratta dello squilibrio di genere. Sul totale del tempo di parola nei telegiornali lo spazio assegnato alle donne è di 5 ore (11% del totale), […]

Legacoop Lombardia, Attilio Dadda eletto a Siviglia nel nuovo Board ICA

“Gli smemorati della par condicio” di Vincenzo Vita

Dallo scorso 4 di settembre (entro le ore 12 dovevano essere depositate liste e candidature per le consultazioni amministrative dei giorni 3 e 4 di ottobre) è scattata la fase di applicazione rigida della legge n.28 del febbraio 2000. Quest’ultima, infatti, evoca chiaramente all’articolo 4 il principio della pari opportunità tra i soggetti. Con una differenza: dalla cosiddetta convocazione dei comizi al deposito delle sigle e dei nomi si fa riferimento alla presenza nelle assemblee uscenti,  in una delle due Camere o nel Parlamento europeo. Nell’ultimo mese, si prescrive una eguaglianza assoluta, che riguarda anche chi non eredita alcuna rappresentanza. […]

Legacoop Lombardia, Attilio Dadda eletto a Siviglia nel nuovo Board ICA

“Netflix: gli affari vanno fuori quota” di Vincenzo Vita

Il Sole 24 Ore ha riportato con evidenza una bizzarra polemica aperta dalla società di distribuzione in streaming di film, audiovisivi e programmi sugli obblighi di investimento nella produzione audiovisiva europea. Il pomo della discordia è il testo del decreto legislativo recentemente varato dal governo – prossimo ormai ai pareri parlamentari- in applicazione della direttiva di Bruxelles (2018/1808) sui servizi media (SMAV). In esso si ritoccano le cosiddette quote obbligatorie di immissione di risorse nel settore dell’immaginario filmico.  In verità, c’è stato un saliscendi costante al riguardo. Nella stagione recente si è passati dall’articolato applicativo (dlgs.n.204/2017) della riforma del cinema […]

Legacoop Lombardia, Attilio Dadda eletto a Siviglia nel nuovo Board ICA

“Gazzetta del Mezzogiorno, il domani non muore mai” di Vincenzo Vita

La Gazzetta del Mezzogiorno, quotidiano fondato nel 1887, ha chiuso i battenti alla fine di luglio, pubblicando il primo agosto un’edizione di commiato  firmata dal direttore Michele Partipilo. Scadeva il contratto di affitto intestato alla società Ledi srl dei fratelli Ladisa attivi nella ristorazione, che a loro volta avevano rilevato le società Mediterranea ed Edisud, in stato fallimentare dopo la scelta dell’editore siciliano Ciancio Sanfilippo di mettere in liquidazione l’azienda, di cui era divenuto proprietario. Ma la storia è lunga 134 anni e, ora che siamo al finale di partita, è utile capire se la morte è inesorabile, ovvero se […]

Legacoop Lombardia, Attilio Dadda eletto a Siviglia nel nuovo Board ICA

“La transizione della transizione. Un anno di Agcom” di Vincenzo Vita

Si è tenuta ieri alla Camera dei deputati, in modalità pandemia, la relazione annuale dell’autorità per le garanzie nelle comunicazioni, introdotta da un felice e non rituale saluto a nome dell’assemblea ospitante della vice di Roberto Fico, Maria Edera Spadoni. Si tratta del primo atto, visto che il presidente Lasorella e il consiglio si insediarono il 2 ottobre del 2020. Trentacinque minuti di sintesi di un universo in veloce passaggio di millennio (l’evocata infosfera, termine coniato da Luciano Floridi), in cui  c’è molto da ridefinire, riscrivere, rileggere: reinventare. In verità, sotto la prosa colta e forbita del presidente esposta in […]

Legacoop Lombardia, Attilio Dadda eletto a Siviglia nel nuovo Board ICA

“Un’altra Rai è possibile” di Vincenzo Vita

La Rai è in un delicato giro di boa, essendo cambiati i suoi vertici e – verosimilmente- alcuni almeno dei vecchi ingredienti. L’effetto Draghi si farà sentire, eccome. Altrimenti, sarà un’ennesima e forse definitiva fumata nera. Ma, al di là dell’osservazione di contesto, di cui vedremo presto gli esiti, e in attesa che si metta finalmente mano ad una riforma seria, sarebbe importante che una luce si accendesse subito. Per il Contratto di servizio che lega l’azienda allo stato, l’apparato pubblico ha l’obbligo di rappresentare fedelmente la realtà. Basti rileggere l’articolo 2 (comma 1, lettera a) del citato testo, che […]

Legacoop Lombardia, Attilio Dadda eletto a Siviglia nel nuovo Board ICA