Home Tag "PROTAGONISTE 2024"

PROTAGONISTE al Miela: 16 imperdibili serate tra teatro, musica e incontri

20 febbraio 2024 – Presentata questa mattina al  Teatro Miela di Trieste la rassegna PROTAGONISTE 2024 dal direttore artistico Massimo Navone. Sedici serate emozionanti, dal 23 febbraio al 28 marzo, concepite e realizzate da artiste donne tra teatro, musica e incontri. PROTAGONISTE è alla sua seconda edizione. Forte del successo della scorsa stagione si ripresenta con un ventaglio di nuove proposte ancora più varie e numerose, a riprova del vivace e generoso desiderio di esprimersi che accomuna le nostre attrici, autrici, registe di diverse generazioni. Sguardi di donne, declinati in stili e linguaggi diversi, per accompagnarci in un’analisi acuta e […]

Consonanze: ai Decoratori e Imbianchini una rassegna di incontri su donne, diritti e migrazioni

Protagoniste 2024: al Miela Martina Boldarin con LA SCELTA la giovane Tina Anselmi

Venerdì 15 marzo 2024, alle ore 20:30 al Teatro Miela di Trieste, nell’ambito della rassegna Protagoniste 2024, in scena LA SCELTA la giovane Tina Anselmi, tratto da “La giovane Tina Anselmi” di Mauro Pitteri adattamento teatrale e regia Max Bazzana con Martina Boldarin. Tina Anselmi è stata una staffetta partigiana, una sindacalista e la prima donna ad aver ricoperto la carica di ministro della Repubblica Italiana. La politica come missione, come consapevolezza di dover segnare una traccia da far seguire agli altri, un modello che sembra essersi dissolto nel nulla nel panorama politico al quale siamo abituati oggi. Fece una […]

Consonanze: ai Decoratori e Imbianchini una rassegna di incontri su donne, diritti e migrazioni

Protagoniste 2024: al Miela arriva Lili Refrain, polistrumentista, compositrice e performer

Venerdì 1 marzo 2024, alle ore 21.00, al Teatro Miela di Trieste nell’ambito della rassegna Protagoniste 2024 ci sarà Lili Refrain. Polistrumentista, compositrice e performer con base a Roma e attiva da tempo nel circuito musicale underground, si è imposta grazie ad una forte componente performativa, una vena altamente rituale ed evocativa ed uno stile unico grazie alle continue stratificazioni di suoni che mescolano generi musicali diversi. Utilizza la chitarra elettrica, le percussioni (come il tamburo giapponese taiko), il sintetizzatore e le espressioni vocali dal throat singing alla lirica, sovrapponendo il tutto in tempo reale attraverso una loop station e […]

Consonanze: ai Decoratori e Imbianchini una rassegna di incontri su donne, diritti e migrazioni