Home Tag "giornali"

“La voglia di tagli all’informazione non è mai finita. Fu un peccato, ora è un’ideologia”, di Vincenzo Vita

Dopo la legge del 1981 n.416, che riformò l’editoria negli anni burrascosi della vicenda Rizzoli- Corriere della sera all’ombra della loggia P2, si arriva al giorno fatidico del calendario: il 7 agosto 1990. Quando fu approvata la legge n.250, che introduceva i contributi diretti ai giornali, secondo criteri – in verità- piuttosto laschi. La data, però, è importante. Il 6 dello stesso mese d’estate era stata varata la l.223 (Mammì l’allora ministro competente), che legittimò l’oligopolio televisivo di Silvio Berlusconi. Unico paese al mondo -insieme al Messico- un soggetto privato poteva essere proprietario di tre canali nazionali, a differenza di […]

MiSE, aperto il bando per investimenti sostenibili 4.0. Domande dal 18 maggio

Giornali e tv, la nuova maggioranza di governo scelta nelle stanze dei media? di Vincenzo Vita

I mezzi di comunicazione prefigurano spesso i volteggi e gli andamenti del sistema politico. E’ un vecchio adagio della mediologia, piuttosto rozzo e tuttavia quasi sempre giusto. Il motto si sta inverando di nuovo? Chissà. Certamente, però, due vicende – pur così diverse tra di loro- come l’avvicendamento nella direzione de “la Repubblica” imposto dalla proprietà del gruppo “Exor-Gedi” e le tabelle pubblicate dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni inerenti al pluralismo televisivo nel mese di marzo si sposano bene. Anzi, male. Il cambio nella stanza dei bottoni del quotidiano (a torto o a ragione che sia)  considerato una bandiera […]

MiSE, aperto il bando per investimenti sostenibili 4.0. Domande dal 18 maggio

#IORESTOACASA, Sprint Solidale con i propri abbonati e con chi non può recarsi in edicola

Io resto a casa (#iorestoacasa) non è solo un hashtag ma una necessità. Per noi, per gli altri. Anche Sprint e Sport, in questo momento di emergenza, sta compiendo un lavoro enorme per continuare ad uscire in tutte le edicole regolarmente il lunedì mattina. E questo grazie allo sforzo della redazione, degli stampatori, dei trasportatori, dei distributori locali e naturalmente degli edicolanti. E l’invito all’acquisto resta, anche perché tutto dobbiamo fare in questo momento ma non abbandonare gli amici edicolanti. Per ogni punto vendita che chiude è un colpo al cuore della democrazia, sosteniamoli. E sosteniamo i giornali, tutti. Da […]

MiSE, aperto il bando per investimenti sostenibili 4.0. Domande dal 18 maggio

Coronavirus. In tempi di emergenza ilmanifesto.it diventa aperto, gratuito e accessibile a tutti

11 marzo 2020 – Da oggi e per i prossimi giorni ilmanifesto.it sarà aperto, gratuito e accessibile a tutti. Il giornale compie un gesto che da più parti era stato richiesto a tutti i mezzi di informazione. “Abbiamo deciso di abbassare il paywall del sito per due buoni motivi -scrivono i giornalisti del Manifesto- Il primo è che mai come in questi giorni di emergenza nazionale è importante essere (bene) informati, attenti e consapevoli di quello che accade, vicino o lontano che sia. Il secondo, altrettanto valido, è che alla fine dell’anno scorso, con la campagna #iorompo, migliaia di abbonati e sostenitori […]

MiSE, aperto il bando per investimenti sostenibili 4.0. Domande dal 18 maggio

Alleanza Coop Comunicazione: “Bene l’orientamento di Martella per il sostegno al pluralismo dell’informazione, ma bisogna fare presto”

“Condividiamo l’impostazione che il Sottosegretario Andrea Martella ha presentato, nel suo intervento alla Camera, in merito alla linea che intende seguire per il sostegno al pluralismo dell’informazione – spiegano la Presidente dell’Alleanza Cooperative Italiane Comunicazione, Giovanna Barni, insieme ai co-presidenti Irene Bongiovanni e Carlo Scarzanella. Il fatto di avviare un tavolo per rivedere l’attuale impostazione per l’erogazione dei fondi va proprio nella direzione di quello che avevamo richiesto, anche se la strada per dare stabilità e certezza alla contribuzione diretta è ancora lunga. L’esigenza di riordino e stabilizzazione del settore non è più rinviabile. Fondamentale sarà il differimento del taglio […]

Crisi di governo, giornali e popolo: il commento di Vincenzo Vita

Siamo nel bel mezzo di un passaggio delicatissimo della vicenda italiana. La crisi di governo, che evoca una vera crisi di sistema, potrebbe avere esiti assai diversi: un ravvicinato ritorno alle urne, ovvero una nuova maggioranza. In tutti i casi è urgentissimo, come è emerso dagli stessi suggerimenti dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, un provvedimento specifico che aggiorni la normativa sulla par condicio e dia forma ad una specifica task force che vigili sul rispetto delle regole e omologhi le dirette su Facebook o le norme sul silenzio elettorale alla disciplina in vigore, pensata in età analogica e tuttavia […]

Editoria, Fnsi a Crimi: «Pronti a ragionare sui problemi, no slogan»

“Più che una battaglia, la revisione del finanziamento pubblico ai giornali è soltanto uno slogan. Per la semplice ragione che gli unici finanziamenti oggi riconosciuti ai giornali riguardano periodici e quotidiani no profit o editi da cooperative a diffusione prevalentemente locale”. “Se l’idea del neosottosegretario con delega all’editoria, Vito Crimi, al quale vanno gli auguri di buon lavoro, è quella di accanirsi contro piccole realtà editoriali, che spesso rappresentano l’unica voce dei territori, siamo di fronte a un’inutile esibizione muscolare”. Lo afferma, in una nota pubblicata oggi 14 giugno su fnsi.it, Raffaele Lorusso, segretario generale della Fnsi, in riferimento alle […]

MiSE, aperto il bando per investimenti sostenibili 4.0. Domande dal 18 maggio

Gianni Svaldi, Radici Future Magazine: “I giornali servono, sopratutto quando si finisce nel treno piombato della storia”

L’editore dello storico giornale pugliese la Gazzetta del Mezzogiorno ha annunciato la chiusura delle redazioni di Brindisi, Matera e Barletta. La notizia dovrebbe allarmare tutti, anche chi, leggendola ora, sorride compiaciuto. Quando chiudono un giornale o una redazione è un po’ come quando chiudono in paese una parrocchia, una caserma dei carabinieri. Tutti perdono qualcosa: quando chiude una parrocchia anche l’ateo si sente più solo senza campane, quando chiude una caserma dei CC anche il delinquente non sa più dove fare denuncia di smarrimento delle chiavi dell’auto o chi chiamare quando da carnefice diventa vittima. I giornali a volte non dicono quello che ci piacerebbe sentirci dire. E’ vero. […]

MiSE, aperto il bando per investimenti sostenibili 4.0. Domande dal 18 maggio

NOIDONNE E L’@ARCHIVIO DI UN GIORNALE SPECIALE. SOSTIENI IL PROGETTO CON UN SEMPLICE CLICK

È indispensabile e urgente digitalizzare l’archivio di NOIDONNE: 72 anni di storia delle donne e della democrazia di questo Paese raccontati nel giornale, edito dalla cooperativa Libera Stampa, che vanno tutelati, valorizzati e resi fruibili nella rete. Si inizia dagli anni Quaranta, i numeri più antichi e più delicati da conservare, con un progetto proposto attraverso il bando ‘La buona vernice’ di Renner Italia. Votare è facile e non costa nulla, solo una piccola attenzione. Alla pagina http://renneritalia.com/la-buona-vernice/bvv-progetto/noidonne-e-lrchivio-di-un-giornale-speciale-digitalizzare-i-numeri-storici-degli-anni-quaranta/ si può votare ben due volte: con il numero di cellulare e anche attraverso FB (che vale doppio!). Si può essere anche […]

MiSE, aperto il bando per investimenti sostenibili 4.0. Domande dal 18 maggio

URGE SBLOCCARE L’ANTICIPAZIONE DEI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE EDITORIALI

Un triennio di risorse certe serve per accompagnare i processi di ristrutturazione e innovazione nel settore La grande novità positiva prevista dalla nuova Legge 198 sull’istituzione del Fondo per il pluralismo e l’innovazione dell’informazione, che prevede il pagamento di una prima tranche del contributo entro il mese di maggio, consistente in un anticipo pari al 50% del contributo complessivo, rischia di trasformarsi in un boomerang per le imprese editoriali che hanno fatto affidamento su queste risorse. A maggio inoltrato infatti non si hanno ancora notizie sui tempi di erogazione previsti, un dato essenziale per le aziende, nell’attuale contesto non favorevole […]