Home Agenda STORIE DI ORTI E PIANTE DA FAVOLA: un percorso spettacolo pensato per bambini del Teatro Buratto di Milano

STORIE DI ORTI E PIANTE DA FAVOLA: un percorso spettacolo pensato per bambini del Teatro Buratto di Milano

A partire da martedì 16 e fino a domenica 28  giugno 2020 negli spazi interni ed esterni del Teatro Bruno Munari, il Teatro del Buratto di Milano propone un percorso spettacolo costruito su installazioni artistiche a tema botanico, narrazioni e sorprese teatrali e un laboratorio finale interattivo

STORIE DI ORTI E PIANTE DA FAVOLA è pensato per un pubblico di bambini dai 4 ai 10 anni e famiglie e intende proporre un racconto teatrale itinerante per piccoli gruppi, giocando con spunti e immagini dalla fantasia per raccontare di orti e giardini, di colori e profumi, di personaggi nascosti tra le piante o di piccoli sogni nella natura.

Il progetto promuove una maggiore consapevolezza dei ritmi della natura e dei prodotti di frutteti, orti e giardini, luoghi giocati nei loro aspetti simbolici ed evocativi: orto come luogo protetto di crescita, giardino  come tavolozza di colori capace di ispirare arte e artisti, esperienza sensoriale e fonte di elaborazione fantastica, per stimolare la curiosità e la voglia di approfondimento dei più piccoli. 

Il percorso spettacolo

Il percorso teatrale si svilupperà nei numerosi spazi, interni ed esterni, del Munari: dal giardino esterno (anfiteatro) a quello interno; dalla Sala Teatranti alla sala teatro, passando per il foyer. 

Un primo spazio sarà quello della Dispensa, dove si racconteranno “marmellate di storie” sullo scorrere del tempo, sull’alternanza delle stagioni e sui i cicli della Luna.     

Nella seconda stanza, la Sala Teatranti, verranno narrate storie di orti e giardini. Un excursus in cui si spiegheranno le loro forme e funzioni nella storia e nella pittura (da Balla a Mondrian). A completare il cammino verranno ricordate alcune fantastiche “Ricette da favola”, con i loro più classici elementi: il fagiolo magico di Jack, una  bella mela rossa (… avvelenata?), una zucca – quella di Cenerentola, naturalmente! – e così via, fino alla faticosa raccolta della rapa gigante. 

E per finire, tutti insieme in Teatro dove il racconto si fa più poetico e delicato, più prettamente “teatrale”, ispirato alla poesia della natura e dei suoi elementi.

I laboratori

L’evento terminerà con un laboratorio creativo all’aperto a tema ambientale e naturalistico e dove ogni coppia bambino e genitore, potrà realizzare un proprio manufatto, sotto la guida di due esperti conduttori della cooperativa EST – Educazione, Sostenibilità, Territorio. 

Il laboratorio permette ai bambini di svolgere attività ispirate alla cura delle piante e dei fiori è il primo passo per entrare in confidenza con l’elemento terra, iniziando ad amare e rispettare questa fondamentale risorsa. Lo scopo delle attività è consentire a ciascun bambino di prendersi cura della propria pianta, stimolando senso di responsabilità, ma anche un profonda gratificazione e fiducia nelle proprie capacità. Muovere i primi passi nel mondo orticolo vuol dire imparare a riconoscere il valore della ricchezza della natura e la sua complessità, sperimentando colori, consistenze e profumi.

4-6 anni “I colori della natura” – laboratorio di colori naturali e decorazione dei vasi: con foglie, fiori, piante e altre erbe, i bambini scopriranno che è possibile creare meravigliosi quadri e fantastiche opere,  con un panno di cotone e tanta fantasia. In ricordo di questa bella esperienza e per permettere a ogni bambino di prendersi cura della propria piantina, verrà affidato loro un vasetto da colorare e decorare e un semino da far crescere con pazienza e amore. 

7-10 anni “Una casetta per gli elfi” – laboratorio di creazione di vasi: dopo un percorso di scoperta del mondo vegetale, delle sue utilità, di come nascono e crescono le piante, verranno realizzati dei bellissimi vasi che diventeranno la  casa di alcune piantine ma anche degli elfi, che abitano i giardini e i balconi dei bambini. 

Un progetto a cura del Teatro del Buratto
con Benedetta Brambilla, Renata Coluccini, Silvio Oggioni e Stefano Pirovano
Laboratori condotti da Marcello Pecorari e Emanuela Spadavecchia
età consigliata: dai 4 ai 10 anni 
Linguaggio: teatro d’attore con oggetti e installazioni 
Durata complessiva: 75’  
Periodo: dal 16 al 28 giugno 2020
Percorso rivolto ad un massimo di 30 spettatori, nel rispetto di tutte le misure di sicurezza. 
1° turno ore 16.00, 2° turno ore 17.30.
Ingresso al costo simbolico di 1,00 € cad. 
Prenotazione obbligatoria e solo via mail:
 prenotazioni@teatrodelburatto.it

Info: www.teatrodelburatto.it

————–

Teatro Stabile d’Innovazione per l’Infanzia e la Gioventù, il Teatro del Buratto, nato nel ’75, affianca all’attività di produzione un’intensa attività di ospitalità che si svolge per il settore Ragazzi su più sale: il Teatro Bruno Munari, struttura del Comune di Milano la cui gestione è stata affidata al Buratto attraverso un bando di evidenza pubblica e il Teatro Verdi dove propone una stagione per il pubblico di giovani e adulti.